Aiutare i migranti e non solo: ecco come Phrasebook abbatte le barriere linguistiche e ci aiuta a comunicare meglio!

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno :-) ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Chi viaggia lo sa bene: la prima barriera da superare quando si arriva in un altro Paese è quella linguistica. Vale quando si è turisti, anche se in qualche modo si riesce pur sempre a farsi capire, e vale soprattutto quando si è migranti, e si ha bisogno di aiuti di ogni genere: un pasto, […]

Aiutare gli immigrati a trovare e pagare una casa in affitto? In Germania ci pensa Refugees Welcome, l’AirBnB dell’accoglienza!

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno :-) ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Le cronache ci raccontano ogni giorno, da giorni, di migranti: vittime di tragici naufragi, bloccati in stazione, stipati (spesso di nascosto) nei camion.. Di certo le turbolenze che agitano il Nordafrica e il Medio Oriente spingono molti a cercare fortuna altrove, in una terra straniera dove almeno non c’è la guerra, e un flusso migratorio […]

boom di energia eolica in Germania con le tempeste Xaver e Dirk

Amburgo allagata per la tempesta Xaver
sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno :-) ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

In Giappone parlerebbero di “hendoku-iyaku“, ossia “trasformare il veleno in medicina”. Come spiegare altrimenti il lato positivo delle tempeste Xaver e Dirk, che hanno spazzato (tra le altre) la Germania lo scorso dicembre portando danni ingenti ma anche un sensibile aumento della produzione di energia eolica?