Sochi 2014, gli atleti olimpici adottano i cani randagi e li salvano dallo sterminio

Federica De Martino

Federica De Martino

scrivo da sempre, ma solo di ciò che mi piace.
non lo considero un lavoro, piuttosto uno sfogo.
le buone notizie sono per me le migliori.
Federica De Martino

Dopo la strage di cani per gli europei di calcio in Ucraina, anche la Russia ha deciso di utilizzare lo stesso barbaro metodo per ripulire le strade dai randagi. 30 mila tra cani e gatti sono morti per il calcio e si stima 300 al mese stiano morendo per le Olimpiadi invernali di Sochi 2014.