Marathon des Sables 2016: l’italiano BeardRunner corre nel deserto per raccogliere fondi, e possiamo aiutarlo anche noi!

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Scatta venerdì 8 aprile la Marathon des Sables 2016, e se tutte le maratone – con i loro 42km – sono massacranti, questa lo è ancora di più; non solo perché è lunga 257 km, ma soprattutto perché si corre.. Nel deserto, di giorno, sotto il sole e le sue temperature torride!

beardrunnerSono 33 gli italiani in gara quest’anno, e tra loro c’è Simone, meglio noto come BeardRunner per la sua barba. Simone è un ragazzo come tanti: di lavoro fa l’osteopata, è appassionato di fotografia e da qualche mese (18, per la precisione) ha cominciato a correre, lasciandosi coinvolgere da questo passatempo al punto da diventare un “maratoneta delle sabbie”.

Un maratoneta dal cuore grande: il suo obiettivo, infatti, è raccogliere (almeno) 10€ per ogni chilometro che percorrerà nel deserto, dunque 2570€ che saranno poi destinati all’associazione sportiva Sporthappenings, che – in collaborazione con l’Accademia Italiana Wheelchair Tennis – avvierà i giovani portatori di handicap alla pratica del tennis.

Al fianco di Simone BeardRunner in questa impresa ci sarà anche 1caffè, la ONLUS fondata da Luca Argentero che cercherà di raccogliere questi fondi tra l’11 e il 18 aprile prossimi sul sito 1caffè.org

Ecco perché Simone merita tutto il nostro tifo, e l’aiuto di quelli che vorranno contribuire a realizzare quel suo sogno che passa anche attraverso qualcosa di così vicino al limite umano come la Maratona delle Sabbie. Per seguirlo c’è anche una pagina Facebook, www.facebook.com/beardrunner, e ci auguriamo (e gli auguriamo) che la sua avventura ottenga entrambi i risultati che si è proposto 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *