Le stazioni della Metro cambiano nome per scherzo: succede a Parigi, ecco come l’ha presa chi viaggia

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Se avere dei punti di riferimento quando si viaggia è importante, averli quando si viaggia sottoterra lo è ancora di più: come distinguere, altrimenti, una stazione della metropolitana da tutte le altre? Non ci sono monumenti nelle vicinanze, negozi da tenere a mente, e in tanti casi neppure un arredo particolare che possa aiutarci a capire di essere in un posto piuttosto che in enne altri. Vero o no?

A Parigi, in occasione del 1° aprile 2016 (e forse anche per stemperare un po’ di quella tensione che c’è in tutti quelli che prendono la metropolitana dopo gli attentati di Bruxelles), hanno pensato di giocarci un po’ su: nottetempo gli operai hanno cambiato i cartelli di 13 stazioni della rete, con simpatici giochi di parole che hanno lasciato esterrefatti i pendolari e interdetti i turisti.

Alla fine di tutto, comunque, pare che questo piccolo scherzo sia stato un grande successo, almeno a giudicare dal video (stile candid camera) che riprende alcune delle reazioni di chi ha viaggiato durante quella giornata.

Simpatico no? Se succedesse anche nella vostra città, come credete che la prendereste? 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *