Senza cassa e senza commessi: in Svezia è nato un nuovo supermercato, sarà quello del futuro?

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

supermercatoAndare al supermercato è un’esperienza che facciamo tutti, e spesso. Più questo è grande più è vasto l’assortimento, più competizione c’è tra le catene che hanno un punto vendita nella nostra zona meno spendiamo.

Ma ci sono due cose che – a parere di tanti – si potrebbero migliorare ancora: eliminare le code alla cassa, e poter contare su un’apertura h24 per non avere vincoli di orario.

Sul primo punto, Esselunga e Conad sono in prima fila: hanno introdotto la “pistola” che legge il codice a barre, e se non capita il ricalcolo alla cassa si può mettere tutto a carrello già imbustato e uscire dopo una rapida operazione di pagamento. Comodo, no?

Sul secondo, è Carrefour in prima fila con i suoi Market: dopo l’esperimento di Milano, il supermercato aperto tutto il giorno è sbarcato anche in altre città.

Si può fare ancora meglio?

In Svezia, a Viken, Robert Ilijason ha appena aperto un negozio di alimentari che ha entrambe queste caratteristiche: è sempre aperto e non ci sono casse, ma neanche commessi. Si entra come in banca: scaricata l’app su smartphone o tablet, ci si registra la prima volta e poi è sufficiente avvicinare il device al lettore ottico all’ingresso per aprire la porta e fare la spesa.

Una spesa velocissima, visto che le code sono state eliminate, ma anche conveniente, perché l’eliminazione del personale permette di tenere più bassi i costi, e quindi anche i prezzi.

La sicurezza è garantita da un circuito di telecamere e da un sistema che avverte Ilijason in caso di anomalie (stanno tentando di forzare la porta? E’ rimasta aperta?), e l’esperimento sociale parte non a caso dalla Svezia perché è necessario poter contare su un alto livello di civiltà degli utenti se non si vogliono rischiare furti continui e danneggiamenti.

Però funziona: il supermercato senza casse e senza commessi sta macinando utili e piace perché è comodo e veloce, anche se gli anziani ancora fanno fatica a capire il meccanismo – e Ilijason sta pensando di mettere un commesso per aiutarli almeno qualche ora al giorno.

Un supermercato senza code è sicuramente una #buonanuova, e così anche un supermercato dove l’ottimizzazione a livello organizzativo si riflette su un risparmio per tutti.

Certo, un supermercato senza commessi può essere una #buonanuova per il mondo del lavoro? Le persone che non lavorano alla cassa, o nei reparti, quali alternative hanno?

Diteci la vostra nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *