I (nostri) politici e i social network: ecco una vignetta tutta da ridere :)

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

E’ venerdì, anzi: #TGIF!

Per questo vogliamo regalarvi, anche stavolta, una risata, e lo facciamo rilanciando una vignetta comparsa in questi giorni su Il Fatto Quotidiano.

vignetta_fatto-quotidiano

Piccolo ripasso per chi non avesse troppa dimestichezza con questi media.

Twitter: ormai lo conoscono (quasi) tutti, ha 10 anni (da pochi giorni) ed è il social degli slogan, delle frasi brevi e illuminanti, degli hashtag e delle ricondivisioni. Renzi magari non sarà il politico italiano più seguito, ma di sicuro è stato il primo a usare Twitter come si deve (almeno da noi); i risultati, a conti fatti, si vedono – piaccia o no.

MySpace: è, ma praticamente possiamo dire ERA, una rete sociale basata su blog personali. Nato nel 2003, è stato usato (soprattutto ai tempi) da molti artisti, musicisti in primis, per “far girare” la loro musica. Sopravvive, ma non ha certo più la forza di un tempo.

Tinder? E’ l’app di chi vuole conoscere gente nuova, darsi un appuntamento e – generalmente – sfruttare la situazione per.. Accoppiarsi, sì

Adesso è davvero tutto chiaro, no? 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *