Fare shopping aiuta chi ha bisogno con Helpfreely, e possiamo farlo tutti: ecco come!

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Gli acquisti online, ormai, sono entrati nel quotidiano di molti di noi: su la mano chi, prima di comprare qualcosa, non fa prima un salto su Amazon o eBay (o Zalando, eccetera) per vedere se può spendere meno e avere anche la comodità di non dover neppure andare in negozio 😉

Ora c’è un’altra (bella) novità, che ci consente di fare shopping su internet e – allo stesso tempo – aiutare chi ha bisogno: è Helpfreely!

helpfreelySi tratta di una piattaforma nata in Spagna, ma ora presente anche nella versione .it, che mette in contatto alcuni negozi web con altre associazioni senza scopo di lucro per il tramite di noi clienti. Detto così sembra cervellotico, ma è molto più facile di come sembra!

Si parte da Helpfreely.org: registrandosi – come ormai siamo abituati a fare con qualunque sito – si possono scegliere tre associazioni che ci stanno a cuore e che vogliamo aiutare, e decidere in quale misura le vogliamo aiutare (ad esempio, il 50% a una e il 25% alle altre due); dopodiché, sempre partendo dal sito, si può scegliere uno dei negozi partner – e ce ne sono davvero tanti, tra i quali big come eBay, Zalando, Kiabi, Groupon, Booking.. – dove fare i nostri acquisti, liberamente, nel modo in cui siamo abituati.

Qui entra in gioco la novità: quando mettiamo a carrello dei prodotti, i negozi si impegnano a destinare una quota di quanto abbiamo speso (che viene dichiarata sin da subito su Helpfreely) alle ONLUS che abbiamo scelto. Il sito fa da tramite per questo passaggio di denaro, che a noi non costa assolutamente nulla ma che ci permette di dare una mano – gratis – a chi ha bisogno attraverso le associazioni che ci stanno più a cuore.

Per dare il nostro aiuto a risolvere le cause cui teniamo di più non facciamo, così, più nessuna fatica: ci limitiamo a fare shopping, il resto vien da sé. Facile, comodo e gratis, e fa anche del bene: ecco perché Helpfreely è davvero una buonanuova 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *