Un imprenditore di 87 anni dona un asilo Montessori ai dipendenti, e non solo. Succede a Pray, Italia

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Il mercoledì su buonanuova.it è il giorno delle storie, e oggi vogliamo raccontarvi quella di Achille Burocco.

Per chi non è piemontese, il nome forse dice poco; ma il signor Burocco è un importante imprenditore 87enne che da più di 60 anni produce – con la sua Burocco Industrial Valves – valvole di intercettazione e di regolazione, e nella zona di Biella lo conoscono praticamente tutti. Nel piccolo Comune di Pray, poi, è una vera e propria istituzione, e presto lo diventerà ancora di più perché sta realizzando un progetto importante sia per la sua azienda che per tutta la comunità: un asilo di stampo montessoriano.

L’idea è nata durante un viaggio in Turchia: Burocco ha incontrato una bambina che avrà avuto 7/8 anni, e l’ha sentita parlare un inglese perfetto; informandosi ha scoperto che in alcune scuole della Turchia questa è la normalità, e da lì ha cominciato a immaginare di creare una scuola dell’infanzia con insegnanti bilingue, ma non solo.

asiloGià, perché l’asilo Burocco di Pray sarà anzitutto una facilitazione per i dipendenti dell’azienda: potranno portare lì i bambini prima di andare al lavoro, e passarli a prendere una volta finito il turno.

Ancora, sarà una “benedizione” per la comunità e le casse del Comune, che difficilmente avrebbero potuto realizzare da sole un asilo: dei più di 30 posti disponibili, circa 20 saranno destinati a figli di dipendenti dell’azienda ma gli altri andranno ai bambini del Paese.

Un altro aspetto interessante è che l’asilo Burocco sarà una struttura a basso impatto ambientale, realizzata prevalentemente in legno e con tanti pannelli fotovoltaici sul tetto per soddisfare il fabbisogno energetico. Infine, ma non meno importante, questo asilo proporrà un’educazione di stampo montessoriano.

maria-montessori-1000-lireSì, perché la nostra Italia ha dato i natali a un’educatrice rivoluzionaria come Maria Montessori, ma al di là di celebrare la sua figura sulle mille lire (ve la ricordate?) non ha certo “spinto” per l’adozione del metodo nelle scuole, cosa che invece è stata fatta ad esempio negli Stati Uniti. Beh, nell’asilo Burocco i fondamenti saranno il rispetto per lo sviluppo fisico del bambino, della sua indipendenza attraverso cooperazione e socializzazione, e l’attenzione alle dinamiche di apprendimento tra pari; ossia proprio i capisaldi della “dottrina Montessori”.

Tutto questo grazie alla generosità di un imprenditore che, anche a 87 anni, non ha perso la voglia di investire nel futuro, e di crederci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *