Adolescente si sveglia dopo il trapianto di cuore, la sua reazione è un’emozione unica!

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Quanto è importante la scelta di donare gli organi? Difficile capirlo, almeno fino a quando non si incontra qualcuno che ha ricevuto un regalo così grande: solo questo, infatti, può spiegare quanto soffriva prima, e quanto la speranza di una vita (almeno un po’) più normale dopo cambi ogni sua prospettiva.

Ecco: la storia di Trevor Sullivan in questo senso è esemplare, anche perché fino a oggi ha dato modo a più di un milione e mezzo di persone di capire l’importanza della donazione degli organi. Sì, perché Trevor è un 15enne del Michigan (Stati Uniti) che lo scorso novembre è entrato in ospedale con una speranza: ricevere un cuore nuovo per ovviare a una grave insufficienza cardiaca, che lo avrebbe condannato decisamente complicata, e molto breve 🙁

La scoperta a febbraio del 2015. Trevor è andato dal dottore, e questo gli ha diagnosticato un’anomalia piuttosto grave: il cuore di un adolescente, a riposo, viaggia sugli 80/100 battiti al minuto; il suo invece ne faceva 180/200!

E’ allora che è emersa la necessità di un trapianto, dunque dei soldi necessari affinché il ragazzo potesse essere sottoposto a un intervento tanto delicato quanto costoso (e via alla campagna di raccolta su GoFundMe). Quando poi, il 13 novembre, si è presentata l’occasione di avere un cuore nuovo, Trevor è finito sotto i ferri. L’angoscia per quella situazione, sia sua che dei suoi familiari, è impossibile da immaginare.

Beh, invece l’intervento è riuscito, e i medici sono fiduciosi anche sul prosieguo del decorso post-operatorio perché il fisico di Trevor sta rispondendo bene alle terapie e non ha mostrato segni di rigetto. La reazione del ragazzo appena sveglio dopo l’anestesia, poi, è così emozionante che aiuta bene a capire quanto sia importante rendersi disponibili per la donazione degli organi.

Sono così felice, l’ho aspettato così a lungo, ora posso tornare a respirare
Parole, quelle di Trevor, che una volta ascoltate rimangono nella memoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *