La sua azienda chiude: lui ci crede, riassume gli ex colleghi e l’azienda torna a crescere: ecco la storia di Emanuele!

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

alliumtechCom’è il clima sul vostro posto di lavoro? C’è amicizia e collaborazione, oppure ognuno cerca di fare le scarpe all’altro?

Nell’azienda di Emanuele Rivoira tutti erano amici, e oggi hanno un motivo in più per esserlo. Emanuele non è famoso al grande pubblico, eppure è un imprenditore di una media azienda: 60 dipendenti. Forse lo conoscono meglio quelli che si occupano di startup, perché la sua AlliumTech è la più grande d’Italia in termini di numero di occupati; e la storia di questa azienda è una #buonanuova fatta e finita 🙂

Già, perché Emanuele non è diventato imprenditore per caso, o per dinastia: lui è un ragazzo come tanti, ha 34 anni e nel 2012 ha deciso di lasciare la sua vecchia azienda perché questa non gli dava spazio e non gli permetteva di sviluppare i suoi progetti. Dopo 7 anni e con un contratto in mano, ci vuole un bel coraggio per farlo no?

Emanuele, invece, ci è riuscito, e dopo aver dato un taglio con il passato sbattendo la porta ha fondato, appunto, la sua AlliumTech. Con lui il padre, commercialista, e un socio che segue la parte finanziaria.

L’idea è buona, i tre ci credono e si autofinanziano (anche per evitare che qualcuno se la faccia raccontare ventilando un’ipotesi di collaborazione, salvo svilupparla in proprio e senza neanche dire “grazie”..) fino a quando la struttura non sta in piedi da sé, ma il bello deve ancora venire.

Sì, perché l’azienda di Emanuele cresce, e lui non si dimentica del passato: comincia a “imbarcare” qualche ex collega che, come lui, ha lasciato la vecchia azienda. Dopodiché questa (la Amuser SpA) entra in profonda crisi, e visto che il suo business e le competenze al suo interno sono proprio quello che serve alla AlliumTech di Emanuele per crescere lui cosa fa? Ne compra una parte, in sostanza ri-assumendo quelli che erano stati i suoi ex colleghi 🙂

50 posti di lavoro salvi e reinseriti in una realtà che ora, toltesi di dosso le gessature di un passato glorioso ma ingombrante, è diventata la startup più grande d’Italia, l’unica con più di 50 dipendenti. Ben fatto, ragazzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *