L’idea che aiuta a evitare le buche quando si va in bici nasce col crowdfunding: scopriamo Byxee [AGGIORNATO il 14 dicembre 2015]

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

byxee(Per la gioia di chi scrive) sono sempre di più le possibilità di muoversi in bicicletta nelle nostre città: vuoi il clima più mite in questo autunno che somiglia tanto a una primavera, vuoi soprattutto perché si sta insistendo molto – finalmente anche in Italia – sulla mobilità dolce e quindi spuntano un po’ ovunque delle belle piste ciclabili, pedalare è diventato sempre più sicuro.

Certo, non dappertutto la situazione è così semplice, e basta uscire per un attimo dai percorsi più battuti per ritrovarsi a dover lottare con il traffico delle automobili e tutte le sue insidie. Tra queste, la più pericolosa è sicuramente rappresentata dalle buche e dalle rugosità dell’asfalto: quando si pedala sulla stessa strada di macchine e camion, si è costretti a stare sul ciglio e troppo spesso non le si può evitare, col rischio però di finire per perdere il controllo del manubrio (e le conseguenze non sempre sono prevedibili, e spesso sono molto pericolose).

Ecco, ora finalmente sta vedendo la luce un’idea che potrebbe cambiare questo quadro piuttosto sconfortante per i ciclisti: è Byxee, un dispositivo che si monta su qualsiasi manubrio e che ha ben 28 impostazioni di sensibilità per agevolare la pedalata di ogni genere di ciclista, dal più lento al professionista che sfreccia dappertutto con la sua bici da corsa.

Ma come funziona Byxee? è molto semplice: grazie a un sistema a infrarossi* questo dispositivo monitora la strada che andremo a mettere sotto le nostre ruote e ci avvisa quando rileva un ostacolo; in genere si tratta di buche, tombini e rughe, ma funziona anche con i pedoni che ci attraversano la strada. Byxee emette un segnale acustico mano a mano che si avvicina l’ostacolo, in modo che possiamo “drizzare le antenne” e prestare maggiore attenzione mentre stiamo pedalando.

Un’idea semplice, che ha cercato di raccogliere i fondi necessari per il suo sviluppo su Indiegogo ma lì non ha avuto il successo sperato**. I suoi creatori, che sono dei ragazzi italiani, non demordono e stanno cercando altre vie per cominciare la produzione in serie di Byxee, un dispositivo che promette di migliorare la sicurezza di chi pedala. E i soldi spesi per la sicurezza non sono mai troppi 😉

Aggiornamento del 9 dicembre 2015, ore 12.06

* Byxee ci ha comunicato che il prototipo attuale è basato su una telecamera a luce naturale; il sistema a infrarossi potrebbe essere introdotto in una versione futura di Byxee 😉

Aggiornamento del 14 dicembre 2015

**In ogni caso, il team non demorde e ora è in lizza per un finanziamento in equity crowdfunding su Assitecacrowd 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *