1€ per ogni lampadina LED: la promo IKEA di Natale 2015 aiuta i rifugiati di tutto il mondo! [AGGIORNATO il 5 febbraio 2016]

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

campo-profughiChe le lampadine LED “facciano bene” è sempre più di dominio pubblico: a fronte di una potenza (e dunque anche di un consumo) decisamente più basso, illuminano di più rispetto alle lampadine tradizionali ma soprattutto consumano di meno, in percentuali che vanno dal -60 al -80%.

Passare al LED, insomma, fa bene alla nostra casa, alla nostra vista e anche alla nostra bolletta, ma fino al 19 dicembre farà del bene anche a UNHCR, l’Organizzazione mondiale delle Nazioni Unite per i rifugiati. Tutto questo, grazie a IKEA.

Il colosso svedese dell’arredamento low-cost anche quest’anno, sotto Natale, avvia una grande operazione solidarietà: per ogni lampadina LED venduta nei suoi megastore in Italia, infatti, IKEA donerà 1 euro a UNHCR. Quest’ultima utilizzerà tutto il ricavato per approntare l’illuminazione necessaria nei campi profughi.

Certo, questo non significa che debbano diventare strutture permanenti: i campi profughi fanno schifo, quasi quanto le guerre che li generano e costringono centinaia di migliaia di persone, ogni anno, a lasciare la propria terra per cercare rifugio, spesso nell’indifferenza più generale. Però, grazie all’intervento di illuminazione finanziato con il contributo di IKEA, queste strutture possono diventare un po’ più accoglienti.

Lampioni, lampade a energia solare e impianti fotovoltaici: è questo il materiale che IKEA ha intenzione di acquistare e poi donare a UNHCR, in modo che quest’ultima lo metta a disposizione delle comunità ospitate in Asia, Africa e nella polveriera del Medio Oriente. Inoltre, IKEA Foundation conta di sostenere economicamente anche alcune iniziative che migliorino l’accesso dei profughi all’istruzione primaria: dei quasi 20milioni di rifugiati che ci sono oggi nel mondo, infatti, quasi la metà sono bambini.

Insomma, se avete delle lampadine da sostituire con delle nuove a LED, IKEA può essere un’opzione più che valida: non solo perché i prezzi sono tra i più bassi in circolazione, ma soprattutto perché per ogni lampada che acquistate la catena svedese donerà 1 euro a chi è in una situazione di grande difficoltà. Facendo, con il vostro piccolo gesto, un regalo di Natale a chi di regali non ne potrà ricevere: c’è tempo fino al 19 dicembre!

In questo video, invece, potete vedere uno dei progetti in fase di finanziamento e realizzazione 😉

Aggiornamento del 4 febbraio 2016:

La campagna è stata un successo: quasi 31 milioni di euro raccolti in 300 negozi di 40 Paesi, soldi che sono stati donati a UNHCR e che verranno usati per la fornitura di lampioni, lampade ed energia elettrica a centinaia di migliaia di rifugiati.

Tra i più generosi c’è stata proprio l’Italia, quarto Paese per donazioni tra quelli in cui opera il gruppo IKEA; il punto vendita di Villesse, addirittura, è stato il terzo al mondo per lampade LED acquistate, e quindi soldi donati 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *