Le vittime dell’alluvione di Benevento stanno meglio anche grazie a Carrefour: ecco cosa ha fatto per loro!

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

raccolta-alimentariE’ passato quasi un mese e mezzo da quel 15 ottobre che noi abbiamo dimenticato presto, ma che a Benevento e dintorni ricordano ancora bene come il giorno dell’alluvione; un’alluvione che ha portato fango ovunque, spazzato via auto e case, rovinato per sempre aziende come il pastificio Rummo o il consorzio della Cantina di Solopaca (una storia che vi avevamo raccontato anche noi, ricordate?).

La cronaca ha avuto ben presto il sopravvento con il racconto di vicende altrettanto se non più tragiche, e via che di Benevento ci siamo dimenticati in fretta nonostante le campagne #SaveRummo e #sporchemabuone abbiano catalizzato l’attenzione sui social per diverse ore e siano rimaste in giro per qualche giorno. L’emergenza, però, è rimasta.

Lo sa bene chi opera sul territorio, come la Caritas di Benevento. L’associazione ha cercato di mettere in campo tutte le proprie forze per gestire l’emergenza, che però era più vasta di quanto si fosse in grado di affrontare; per questo è stato benedetto (letteralmente 🙂 ) un intervento esterno molto importante perché consistente: l’intervento di Carrefour!

Attraverso la propria Fondazione, omonima, la catena di supermercati e iper nata in Francia ha deciso di donare ben 4mila pacchi contenenti generi di prima necessità e prodotti per la pulizia della casa, per un valore complessivo di circa 60mila euro.

Un aiuto che è arrivato subito, e che è stato distribuito in fretta grazie all’impegno di tanti volontari in modo da far sì che la popolazione potesse usufruirne entro breve e avere gli strumenti necessari per fronteggiare l’emergenza.

Un gesto forse piccolo, e sicuramente poco “strombazzato” dai media, che però ha avuto una grande importanza per Benevento e i beneventani: una notizia che merita molto più spazio di quanto non gliene sia stato dedicato sin qui, come ogni #buonanuova 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *