Incominciare la giornata con il sorriso: e se bastassero dei semplici esercizi? Eccone 6! (più uno ;) )

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Quando abbiam visto i consigli per dormire meglio e cominciare la giornata col piede giusto, il senso sottinteso di ognuno di quelli era l’importanza di fare le cose con calma.

Vi ricordate il risveglio – a tappe forzate – di Fantozzi? Non è certo il modo più efficace per ripartire (sebbene fosse efficiente, e ancora oggi rivederlo sia divertente 🙂 )

In realtà, il modo migliore per cominciare la giornata con il sorriso è cominciare len-ta-men-te: prendersi i propri tempi, ammorbidire l’impatto, riordinare le idee e.. Fare questi semplici e veloci esercizi 😉

esercizi-risveglio1. Sgranchirsi

Da sdraiati la prima cosa da fare è portare il mento verso il collo, e poi muovere la testa a destra e a sinistra seguendo un lento movimento circolare: serve per dare sollievo alla cervicale, che poi sarà costretta a passare ore e ore in posizione scorretta davanti al computer (perché lo sappiamo: sedersi come dicono gli ortopedici è praticamente impossibile 🙂 ).

La schiena si merita di essere raddrizzata, e sdraiarsi a pancia in su è il modo migliore per aiutarla a farlo.

2. Stiracchiarsi

Lo fanno anche i gatti, prendiamo esempio da loro che sono gli animali pigri per eccellenza: le braccia van portate oltre la testa, unite e stese; le gambe piegate verso il petto, e ruotate a destra e a sinistra tenendole unite, mentre si inspira profondamente.

3. Sciogliersi

Seduti sul letto, a gambe incrociate, le mani dietro la testa e i gomiti larghi, ruotando il busto una decina di volte di qua e si là (mantenendo la concentrazione sulla schiena, che deve restare dritta)

4. Stendere le braccia

Meglio se in piedi: un braccio piegato dietro la testa e l’altro che spinge il gomito verso il basso, poi ripetere con l’altro braccio; e anche questo l’abbiamo sbloccato 🙂

5. Fare stretching

Non siamo reduci da una maratona, è vero, ma lo stretching, ossia l’allungamento muscolare, serve a migliorare l’ossigenazione delle fibre: un esercizio semplice è mettersi in piedi, a gambe unite, e scendere verso le punte dei piedi con le braccia (senza piegare le ginocchia!). Bastano 30 secondi, e dopo che vi sarete fatti un po’ di abitudine i benefici saranno tangibili.

6. Pensare

La mattina è il momento migliore per cominciare a immaginare la propria giornata, proprio come se avessimo una pagina bianca ancora da scrivere: un buon modo per raccogliere i pensieri è mettersi in piedi, a occhi chiusi, a respirare lentamente prestando attenzione all’aria che fluisce da dentro a fuori dei nostri polmoni, e viceversa.

Dall’1 al 6 bastano meno di 5 minuti di impegno e concentrazione davvero minimi, ma è come fare un pieno di energia e stimoli che può essere sufficiente per accompagnarci fino a sera. Provare per credere 🙂

Ah, e poi c’è anche un settimo consiglio:

7. Fate l’amore!

Eh sì: il mattino ha l’oro in bocca anche per le coccole, almeno secondo quanto afferma Debby Herbenick, direttrice del Center for Sexual Health Promotion della Indiana University. Il sesso appena svegli fa bene, perché aiuta a prevenire i raffreddori e l’influenza dando la scossa alle immunoglobuline (un anticorpo), ma soprattutto aiuta a produrre ossitocina, quell’ormone “della socialità” che aiuta ad affrontare la giornata con un piglio positivo.

Come dire: svegliarsi con un po’ di anticipo ogni giorno può valere davvero la pena 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *