Il 28 novembre 2015 torna Colletta Alimentare: ecco come anche noi possiamo aiutare facilmente chi ha bisogno

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

colletta-alimentare_2015Da 19 anni c’è un sabato in cui si rinnova una bella (anzi: una buona) tradizione: è quella della Colletta del Banco Alimentare, la conoscete?

Forse detta così vi ricorda poco, a meno che non siate stati tra i volontari che si son resi disponibili a realizzarla. Ma forse, se fate un piccolo sforzo mnemonico vi tornerà davanti agli occhi l’immagine di volontari con una pettorina gialla (e dei sacchetti, altrettanto gialli) che vi aspettano con il sorriso davanti all’ingresso di un supermercato, invitandovi a tendere la mano per accettare un sacchetto da riempire con generi alimentari da donare.

Sì, perché la Colletta Alimentare funziona proprio così, e anche quest’anno la storia è pronta a ripetersi: per chi farà la spesa sabato 28 novembre – e immaginiamo che saranno tanti – ci sarà la possibilità di mettere nel carrello dei prodotti che poi la Fondazione Banco Alimentare destinerà alle associazioni e alle strutture che si preoccupano di dare ogni giorno un pasto a chi non riesce ad averlo.

Quanti prodotti si possono mettere nel sacchetto? Tanti quanti vi suggerisce la generosità del vostro cuore.

Quali sono i generi di prima necessità da donare? L’elenco completo vi verrà fornito prima di entrare in uno degli 11mila supermercati che hanno scelto di ospitare questo importante appuntamento con la solidarietà, ma diciamo che prodotti come pasta e riso vanno fortissimo, al pari di tanti altri tra quelli a lunga conservazione. Possono bastare davvero pochi euro per dare un grande aiuto a chi aiuta chi è in difficoltà, anche perché è un periodo in cui le offerte non mancano (con Ultimoprezzo.com lo stiamo vedendo: è ai nastri di partenza la corsa ai sottocosto di Natale..).

Come si può contribuire? In vari modi, e il sacchetto è solo il più famoso tra tutti!

Banco Alimentare cerca infatti, per la giornata del 28 settembre, dei volontari che si rendano disponibili sia a distribuire i sacchetti che a portare le donazioni ai centri di raccolta più vicini. Per collaborare non serve una particolare vocazione, solo un po’ di tempo libero e la voglia di regalare un sorriso: ne riceverete, sicuro, molti di più in cambio! Comunque in questa pagina del sito di BA trovate tutte le indicazioni per aderire 😉

Ma il lavoro di Banco Alimentare non si esaurisce lì: ogni giorno ci sono quasi 2mila volontari che collaborano con questa associazione, che ha raccolto 56mila tonnellate di alimenti solo nel 2014 e aiutato più di 1milione e mezzo di persone in Italia! L’attività è quotidiana, e va oltre la giornata della Colletta Alimentare, per cui si può sostenere con una donazione in molti modi, che trovate qui.

Insomma, c’è un giorno in cui possiamo fare del bene semplicemente andando a fare la spesa, e quel giorno si sta avvicinando: è sabato 28 novembre. Se abbiamo in progetto di fare la spesa questa settimana, perché non tener duro fino al weekend? Potremo fare i nostri acquisti e contemporaneamente aiutare chi ha bisogno con #colletta15, una bella iniziativa per una #buonanuova 😉

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *