Aiutare le vittime di violenza a riappropriarsi del proprio corpo: ecco la storia di Flavia e del suo impegno!

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

La violenza lascia sempre un segno indelebile su chi la subisce.

A volte questo segno può essere “solo” psicologico, e comunque cancellarlo è difficile; ma se, oltre a questo, resta anche una cicatrice fisica sempre lì, a ricordare la sofferenza che si è provata, la rimozione diventa ancora più lunga e complicata. Si vorrebbe nascondere, dimenticare, finanche letteralmente strappar via, per poi provare a ripartire.

E’ quello che una ragazza ha chiesto a Flavia, che all’epoca era la sua tatuatrice di fiducia: dopo aver ricevuto attenzioni morbose da un uomo conosciuto in un locale, averlo respinto e per questo aver rimediato una coltellata in pieno addome (che per fortuna non ha avuto conseguenze ancora peggiori), il suo desiderio era quello di nascondere lo sfregio per cominciare a passare oltre quella brutta avventura.

trasformare-cicatrici-in-tatuaggiFu lì che Flavia, che vive e lavora nella città brasiliana di Curitiba, ebbe un’idea straordinaria: integrare la cicatrice all’interno di uno dei suoi tatuaggi, in modo che il brutto segno (e il ricordo che si accompagnava a esso) potesse trasformarsi in qualcosa di bello.

Da allora sono state tante le donne che si sono rivolte a Flavia con la stessa richiesta: mascherare i segni delle violenze domestiche, o delle mastectomie resesi necessarie per rimuovere un tumore al seno. Eventi che le hanno sfigurate nel più profondo della loro femminilità, della quale Flavia le aiuta a riappropriarsi con dei tatuaggi.

Tutto questo, gratis. Già, perché Flavia Carvalho per il suo intervento non chiede nulla, se non la collaborazione nella scelta di un soggetto da disegnare. I risultati di questo impegno sono bellissimi, e potete scoprirli tutti sulla pagina Facebook di questa 31enne dal cuore grande ancor più delle sue capacità artistiche.

Una bella storia, che ci ha fatto piacere raccontarvi e condividere con voi.

Conoscete altri artisti bravi e generosi come Flavia? Raccontateci la loro storia, sarà un piacere parlarne sulle pagine di Buonanuova.it 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *