Ultra-resistenti e impermeabili, i vestiti del futuro saranno fatti di marmo? Ecco il tessuto inventato da un’italiana, Alice!

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Scegliere l’argomento per la tesi di laurea non può essere un passo banale: per molti, infatti, quel documento è la chiave d’accesso al mondo del lavoro, e la prima occasione per darsi visibilità e parlare “da pari” con gli esperti del settore (del settore di competenza, naturalmente).

Quando è arrivata a questo passo decisivo, Alice Zantedeschi non aveva le idee molto chiare in mente, così come tanti altri studenti universitari nel momento in cui si trovano nella sua stessa situazione di allora. Laureanda in Design del sistema moda al Politecnico di Milano, 26 anni, Alice aveva però un desiderio chiaro in testa: parlare della “sua” Verona – dove è nata – attraverso la moda.

Verona non è solo la città di Giulietta e Romeo, e dell’amore per estensione, ma anche di un importante distretto di produzione del marmo, sebbene questo si sappia meno. è da lì che è nata la sua idea per la tesi: creare un tessuto mischiando alle materie prime più tradizionali proprio del marmo, per vedere l’effetto che fa.

veromarmoBeh, l’effetto è straordinario: usando piccoli sassi di marmo e del poliuretano, chiesti “in prestito” ad alcune aziende del suo territorio d’origine, Alice Zantedeschi ha creato un tessuto nuovo di zecca. è Veromarmo, e il suo brevetto è già stato depositato, e promette di introdurre un importante novità nel mondo della moda, una volta che sarà possibile produrlo in serie.

Aggiungendo la grana di marmo a organza e lycra, Alice ha ottenuto delle sfumature rosate che rendono unico il suo tessuto alla vista; ma la vera rivoluzione del Veromarmo è dentro di esso: il poliuretano, combinato con la polvere di marmo e i tessuti tradizionali, dà vita a un composto leggero e soffice quanto resistente e impermeabile.

La scoperta è valsa ad Alice, oltre alla tanto desiderata laurea, anche un invito alle Carrara Marble Weeks (le settimane del marmo di Carrara, perché anche questa pietra famosa in tutto il mondo ben si presta alla creazione di abiti in Veromarmo) e la conquista di un finanziamento messo a disposizione delle startup da Confindustria Verona: aspettiamo solo che la ricerca continui per sapere se l’idea di Alice potrà avere un futuro eccezionale come quello che le si prefigura.

Complimenti a questa ragazza e alla sua intuizione, davvero originale e interessante: la terremo d’occhio 😉

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *