Due star del Manchester United ospitano i senzatetto nel loro albergo, chi sono questi campioni della solidarietà?

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Se seguite il calcio, o ne masticate almeno un pochino, lo sapete di sicuro: una delle squadre più famose e amate al mondo, anzi forse la più amata (considerando il seguito nei cinque continenti), è il Manchester United. I Red Devils hanno una storia costellata di leggende – come George Best, un talento unico – tragedie (come l’incidente aereo del 6 febbraio 1958, che azzerò la prima squadra di quegli anni) e trionfi, anche recenti. Beh, almeno fino a prima che arrivasse Van Gaal 🙂

Tra le colonne portanti del Manchester United che ha dominato il primo decennio degli anni Duemila ci sono anche due campioni di generosità: Ryan Giggs e Gary Neville.

ryan-giggs-gary-nevilleRaccontare chi siano è quasi inutile:

Giggs è stato per quasi 20 anni la stella più fulgida dell’orgogliosa nazionale gallese, e si è ritirato dal calcio a oltre 40 anni dopo una serie di stagioni sempre sulla cresta dell’onda;

Neville è fratello di Phil, e i due – entrambi difensori – sono stati dei giocatori sempre molto duttili e disponibili, praticamente di quelli che non sono fenomeni ma che qualsiasi allenatore vorrebbe avere in squadra per la disponibilità e la riservatezza che dimostrano.

Beh, Giggs e Neville (Gary) naturalmente sono rimasti amici anche una volta appese le proverbiali scarpette al chiodo, al punto che un giorno hanno condiviso l’idea di creare una società per rilevare i locali della Borsa di Manchester e trasformarli in un albergo di lusso, con sole 35 camere ma tanti negozi, una palestra e un raffinato ristorante.

Fervono i lavori, ma siccome si tratta di un’opera mastodontica è fatale che, mentre alcuni spazi vengono riadattati, altri siano lasciati un momento da parte in attesa di essere sottoposti agli interventi necessari. E’ qui che a Neville è venuta un’idea, sulla scorta di una sua precedente esperienza: lasciare che le aree dell’albergo in costruzione in cui non si lavora siano utilizzate dai senza fissa dimora di Manchester, che nel frattempo avevano già cominciato a occuparle abusivamente. Così, almeno per questo inverno, i senzatetto ne avranno uno sotto cui stare, e mettersi al riparo dal freddo e dalla pioggia (che a Manchester fa spesso capolino).

L’unica cosa che Neville e Giggs hanno chiesto a queste persone, è che lascino lavorare gli operai in pace e che si impegnino a non danneggiare la struttura. Dopodiché, potranno alloggiare in questo ricovero provvisorio, ma almeno dignitoso, fino al ritorno della bella stagione, quando poi i lavori dovranno proseguire anche su altre ali della struttura.

Gary e Ryan non hanno forse idea di quanto sia importante il loro gesto

ha commentato Welsey Hall, un attivista dei diritti umani, e non ci sentiamo certo di dargli torto: gesti così, nel mondo, sono all’ordine del giorno anche se non se ne parla mai; il fatto che a farli, stavolta, siano stati due stelle del calcio, però, ha assicurato quella ribalta mediatica necessaria affinché questo gesto possa essere da esempio per tante altre esperienze simili.

Non c’è che dire: anche se hanno smesso di calcare l’erba dei campi più prestigiosi del mondo, Ryan Giggs e Gary Neville anche stavolta han fatto gol!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *