Brianza, tornano le Ville Aperte in chiave Expo 2015: si parte domenica 20 settembre 2015, ecco tutti i dettagli!

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Se Milano è sempre stata – e continua a essere – “LA” città, cuore pulsante dell’attività di governo e produttiva in Lombardia, c’è stato un tempo – durato fino agli inizi del ‘900 – in cui la Brianza è stata il “buen ritiro” dei milanesi. I più potenti e facoltosi, naturalmente, che trovavano in questo spazio aperto, ricco di colline, verde e acqua, un luogo quasi incantato, dove dedicarsi ai piaceri personali – come le battute di caccia. Un luogo dove dare sfoggio di tutta la propria ricchezza e del proprio buongusto, costruendo ville meravigliose.

Ville che sono sopravvissute al tempo, vuoi perché trasformate in sedi di governo locale (quanti Comuni della Brianza si trovano oggi all’interno dei locali di un’antica villa nobiliare? Un’infinità..) o perché divenute di proprietà di personaggi potenti e facoltosi tanto quanto quelli che li avevano preceduti, o per un’infinità di altre vicissitudini che le hanno tramandate fino ai giorni nostri. Ville che tornano grandissime protagoniste nelle giornate di Ville Aperte in Brianza!

villa-reale-monzaQuando si tiene?

Di solito l’appuntamento scatta l’ultima domenica d’estate. L’edizione 2015, dunque, è in programma a partire da domenica 20 settembre, ma durerà una settimana 😉

Perché si organizza?

L’idea nasce da pH_performing Heritage, un progetto di valorizzazione del patrimonio culturale sviluppato dalla Provincia di Monza e Brianza nell’ambito del Distretto Culturale Evoluto. In seno a questo ente, si è pensato di creare un evento capace di catturare l’attenzione di chi vive in Brianza (e non solo) aiutandolo a scoprire la storia di edifici che fanno parte della quotidianità di molti, e che per questo è meno automatico considerare come realtà ricche di storie da raccontare e di fascino da scoprire. Proprio come avviene quando si va in vacanza a centinaia di km di distanza, ma in questo caso senza quasi muoversi da casa.

Come funziona Ville Aperte in Brianza?

All’interno delle ville e degli altri edifici di interesse artistico del circuito, vengono organizzati visite guidate (talvolta persino gratuite, ma in genere offerte a prezzo poco più che simbolico) ed eventi di richiamo capaci di mettere ulteriormente in risalto alcuni beni poco conosciuti, ma non per questo meno ricchi di interesse storico e architettonico.

Sul sito ufficiale di Ville Aperte c’è un elenco per Comune, e per ogni Comune c’è una pagina con le immagini dei beni coinvolti nel progetto; basta scegliere la destinazione d’interesse e cliccare sull’immagine per scoprire i dettagli sia del monumento che della visita guidata, che può essere prenotata in anticipo. Così, anche se i giorni d’apertura non sono molti, si può riuscire ogni anno a costruire un percorso con diverse tappe, tutte da scoprire!

I siti coinvolti

L’elenco è davvero lunghissimo, perché tante sono le “Ville Aperte” coinvolte nel progetto. Per una lista completa vi rimandiamo, nuovamente, al sito ufficiale, ma vi basti sapere che ci sono delle vedette del calibro della Villa Reale di Monza, che è stata restaurata di recente. Ma può essere altrettanto affascinante scegliere mete meno battute e rinomate, ma comunque ricche di eleganza e di storie da raccontare.

E poi c’è Expo 😉

L’edizione 2015, poi, ha un motivo d’interesse in più: è il suo legame con Expo Milano, visto che l’appuntamento è stato inserito nella lista di quelli del “Fuori Expo” che cerca di far proseguire l’interesse intorno all’esposizione universale anche oltre i confini della stessa, regalando una vetrina internazionale alle bellezze della Lombardia. C’è da credere che il legame non finisca qui, ma si estenda fino a una caratterizzazione “a tema” di alcuni eventi in programma nelle Ville Aperte, con un occhio di riguardo per il tema del cibo.

Il consiglio, insomma, è di lasciarvi coinvolgere: difficilmente ne resterete delusi 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *