Raccogliere 10 milioni di dollari in 7 ore? Non è magia: è il crowdfunding, fatto bene, di Hiral su Kickstarter

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

In questi giorni ha avuto una grossa eco anche da noi la notizia della campagna di raccolta fondi record su Kickstarter: il 29enne Hiral Sanghavi ha postato online il suo progetto di Baubax Jacket, una “felpa intelligente”, e ha raccolto la bellezza di 9 milioni (abbondanti) di dollari a fronte dei soli 20mila che aveva chiesto!

Un colpo di fortuna?

C’è persino chi ha parlato di “favola“, a tal proposito, ma noi che seguiamo il boom del crowdfunding già da qualche tempo crediamo non sia proprio così: una campagna vincente non è il frutto di un colpo di fortuna, bensì il risultato di una comunicazione ben costruita e – naturalmente – di un’idea originale e innovativa, almeno nella maggior parte dei casi. Vi ricordate la potato salad di Kickstarter? Niente di nuovo né complicato, certo, ma l’idea fu venduta in maniera così simpatica che tanti si sentirono desiderosi di parteciparvi. Per non parlare di Rockin’ 1000, l’evento in cui 1.000 musicisti hanno suonato e cantato “Learn to fly” dei Foo Fighters per invitarli a fare di nuovo un concerto a Cesena: i fondi necessari per realizzare questo progetto strampalato, ma dal risultato davvero meraviglioso, sono stati raccolti.. Con il crowdfunding! (+ un aiuto da qualche sponsor)

9 milioni raccolti in 7 ore! (sicuri sicuri?)

Lo stesso è successo con Baubax Jacket, la felpa intelligente, ma non credete a quelli che dicono che per raccogliere i 9 milioni abbondanti di dollari con cui il progetto si sta finanziando sono bastate 7 ore: nella pagina dedicata a questa felpa da viaggio c’è scritto chiaramente che il progetto è stato lanciato il 7 luglio scorso, e il 3 settembre ha raggiunto l’importo record di 9.192.056 dollari; ci ha messo meno di due mesi, quindi, ma decisamente più di 7 ore..

baubax-jacket

fonte: indiegogo.com

Le ragioni di un successo

Il risultato resta, in ogni caso, straordinario, forse il migliore mai ottenuto da un capo di vestiario promosso su Kickstarter. I motivi di questo successo sono almeno 15, tanti quanti gli optional che ospita questa felpa – o meglio giacchetta – pensata con un particolare occhio di riguardo per chi viaggia, e nata dall’esperienza di uno, come Hiral Sanghavi, che lo fa praticamente da sempre.

C’è il cuscino nel colletto, per addormentarsi anche da seduti (ad esempio sul treno) riuscendo a stare un po’ più comodi. Poi una tasca per portare delle piccole bottigliette, una per gli occhiali da sole, una per gli iPad e una per gli smartphone (anche i più grandi), una per il passaporto e una per il blocco note, una per il caricabatterie.. Ci sono persino una mascherina per gli occhi e i guanti 🙂

Poi c’è un video, che svela “on the road” tutte le funzioni di Baubax Jacket

C’è, infine, anche la possibilità di scegliere tra diverse taglie (ovviamente), modelli, colori, e tra la versione maschile e quella femminile: stili diversi ma con gli stessi optional, e lo stesso prezzo: 149 dollari, stavolta su Indiegogo dove la campagna è stata trasferita all’inizio di settembre.

Le spedizioni garantite entro Natale, seppure solo negli Stati Uniti, hanno convinto molti ad acquistarla anche solo per regalarla: sono infatti ben 45mila le persone che hanno sposato il progetto.

Piace anche a voi? Qui potete farvi un’idea in più, e – se lo desiderate – acquistarla anche voi 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *