Caro ristorante a Milano? Non da Ruben, che si mette a disposizione di chi ha meno: il prezzo? Simbolico, 1 euro

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

ruben-ristoranteQuanto costa una cena a Milano? Le mie esperienze personali si limitano a un paio di casi o tre, sempre in pizzeria, e non sono proprio delle più economiche: giusto sabato scorso pizza e Coca Cola in zona Darsena mi son costati 18 euro..

Certo, ci sono sempre i fast food, che con 6/8 euro ti danno un panino, una bibita e le patatine fritte, ma il ristorante più economico in città non è neppure questo: come ci raccontano le amiche di Milanoincontemporanea in questo post qualche mese fa ha aperto Ruben, un ristorante solidale dove la cena costa solo 1 euro.

L’iniziativa è rivolta alle persone in difficoltà, che dal lunedì al sabato dalle 19 alle 20.30 possono consumare un pasto completo per una cifra simbolica sebbene presso un ristorante vero e proprio, anziché una mensa come ce ne sono tante in città (pensiamo ad esempio a quelle della Caritas, o dell’Opera San Francesco). Ruben è in via Gonin 52, può offrire ogni giorno fino a 500 coperti, e l’accesso è riservato a chi si trova in situazioni particolari ed è già seguito da associazioni di volontariato, centri d’ascolto e parrocchie.

Un pasto caldo, in un luogo dignitoso, dove magari si possono anche fare delle nuove e belle amicizie: questo è Ruben nell’idea di Ernesto Pellegrini, che del progetto è il motore insieme alla sua Onlus. Sì, avete capito bene: “quell’ ” Ernesto Pellegrini, ex presidente dell’Inter che oggi ha voluto fare un regalo alla città aprendo il ristorante solidale e dandogli il nome di un contadino morto povero, conosciuto tanti anni fa.

Ancora una volta Milano si conferma una città generosa e attenta a non lasciar solo chi ha più bisogno. Una grande città 😉

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *