Arrivano le batterie per smartphone che durano l’80% in più, grazie al grafene e un brevetto di Samsung: quando potremo acquistarle?

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Ormai lo smartphone ce l’abbiamo tutti, e ci facciamo davvero di tutto: dal controllare le email a cercare un buon ristorante nei paraggi, dal dare un occhio al meteo a fare foto (da condividere) e ascoltare musica. In pratica abbiamo un computer in saccoccia, fatichiamo a separarcene e lo consultiamo spesso, anche se poi a fine giornata ci tocca lesinare le occhiate perché, tipicamente, la batteria comincia a dare segni di cedimento (quando non è già crollata del tutto).

Certo, ci sono le power bank o batterie esterne “d’emergenza”, con una scorta d’energia sempre a disposizione per non rischiare di rimanere a secco proprio quando dovremmo fare una telefonata importante: su Amazon se ne trovano di ogni genere, sia per dimensioni che per colore e funzioni (qualcuna ha anche la luce LED!); i prezzi sono accessibili, ma di certo sarebbe più comodo non averne neppure bisogno, e forse Samsung ha trovato il brevetto in grado di dare una svolta a questa situazione: le batterie al litio costruite con il grafene.

batteria-smartphone-samsungGià, il grafene: da molte parti si ritiene che sarà questo il materiale del futuro, e qualche tempo fa anche noi abbiamo dato un’occhiata alle possibile applicazioni “under construction”. L’idea di Samsung è interessante: come spiega DDay, a cui vi rimandiamo se volete fare un approfondimento più squisitamente tecnico, si tratterebbe di far crescere un rivestimento a strati di grafene sul silicio dell’anodo della batteria. Vi siete già persi? Beh, un po’ anche noi, ma quello che conta è il risultato, e il risultato sarebbe la creazione di tante specie di piccole “tasche” dove gli ioni di litio potrebbero essere immagazzinati più a lungo e più numerosi.

Risultato? Batterie al litio in grado di durare in media il 50% in più rispetto a quelle di oggi, e fino all’80% in più nei primi cicli di carica. Non solo: oltre alla portata a migliorare potrebbe essere anche la durata di vita utile, visto che queste nuove batterie per smartphone sviluppate da Samsung sarebbero in grado di resistere a un maggior numero di cicli di ricarica.

Una data di commercializzazione per questa novità ancora non esiste, dato che al momento siamo ancora in fase di test, ma a chi non piacerebbe avere una batteria per smartphone capace di durare il 50% in più di quelle attualmente in circolazione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *