Sprout, la matita da piantare

Sprout pencilsCosa farne del mozzicone di matita dopo averla usata? E se si potesse riutilizzare? L’eco-gadget del momento è Sprout Pencil, una matita che cresce e diventa una pianta. L’idea è molto semplice: una matita al cui interno c’è un seme che può essere basilico, pepe verde, timo, menta, radicchio o pomodoro.

Fatta di legno di cedro coltivato in modo sostenibile ed un misto di grafite e argilla, materiali non inquinanti, la matita Sprout assicura una grande esperienza di scrittura ed è interamente costruita a mano.  Gli elementi naturali con cui è realizzata non rappresentano alcun rischio verso piante, falde acquifere o persone. La matita-germoglio (sprout significa appunto “germoglio” in inglese) può essere seminata in qualsiasi tipo di terreno e darà vita ad un piccolo orto con le erbe più utilizzate in cucina.

Il progetto è stato lanciato da un gruppo di studenti del Massachusetts Institute of Technology (MIT), che hanno deciso di trovare un modo per dare nuova vita alle matite ormai troppo piccole per essere utilizzate. Il progetto viene inoltre finanziato tramite la piattaforma di raccolta fondi collettiva Kikcstarter. Oltre 2000 sostenitori hanno già sposato l’idea della matita-germoglio, offrendo soldi veri per far partire il progetto. Sprout è stata nominata come Miglior Prodotto Eco-Friendly del 2015 dalla Global Procurement Promotional Organization – IGC. Sprout è anche partner ufficiale di Earth Day.

La matita col seme per ora è in vendita solo su poche piattaforme quali Amazon ed ha un prezzo ancora troppo alto, ma è una gioia scrivere con Sprout che ha anche un buon profumo!

Federica De Martino

Federica De Martino

scrivo da sempre, ma solo di ciò che mi piace.
non lo considero un lavoro, piuttosto uno sfogo.
le buone notizie sono per me le migliori.
Federica De Martino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *