Powerwall, la casa a impatto zero grazie a una batteria

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

tesla-powerwallStaccare le case dalla rete elettrica: è l’ambizioso obiettivo di Elon Musk e la sua Tesla, e Powerwall è lo strumento di questa rivoluzione imminente.

Ne abbiamo parlato anche per Ultimoprezzo.com: a fine aprile è stata presentata la prima batteria/accumulatore per… La casa. Già, una batteria al litio per dare energia alla casa, simile in tutto e per tutto a quella dei nostri smartphone (ma molto più grossa: pesa 100kg).

Oddio, qualche differenza ce l’ha, e sostanziale. La principale, è la capacità – realmente unica e innovativa – di immagazzinare l’energia e rilasciarla solo quando serve. E’ per questo che, sebbene Powerwall possa funzionare con qualsiasi fonte di energia, trova la sua compagna ideale in quella solare (come il pane e il burro): di giorno si carica, attingendo dai pannelli; di sera si usa, per far funzionare gli elettrodomestici di casa ma anche per ricaricare l’automobile. L’auto elettrica, naturalmente.

Sul mercato arriverà entro la fine dell’anno, al prezzo di 3mila dollari per la versione “base” (ma per quella “large” ne basteranno meno di 4mila); la caccia all’ordine è scattata, e ci sono già prenotazioni da qui alla fine del 2016.

Tesla promette una capacità di accumulo lunga miliardi di anni (1,8, per la precisione); quasi a dire: “compratela voi e poi passatela in eredità a figli, nipoti, etc.” un po’ come quegli orologi che si tramandano di generazione in generazione. Il valore affettivo per questo scudo da muro forse non scatterà, ma se la novità riuscirà a diffondersi – come sperano Musk e Tesla – davvero potrebbe innescarsi una trasformazione epocale nel nostro modo di usare l’energia.

Una rivoluzione che non potrà che fare del bene all’ambiente, e anche alla riserva di risorse a disposizione del Pianeta. Se non è una #buonanuova questa.. 😉

Commenti

  1. fulvio dice

    salve, chiedo info su questa batteria, chi può aiutarmi?
    ho un impianto fotovoltaico sul tetto e vivo a Trieste
    saluti grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *