London Underground, i tunnel abbandonati diventano piste ciclabili?

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle
fonte: Wired.it

fonte: Wired.it

Piste ciclabili al posto della metropolitana? E’ questa un’idea che potrebbe vedere presto la realizzazione a Londra, la città che più di tante altre sta spingendo sull’acceleratore della mobilità “verde”.

Come riporta Wired, lo studio di architettura Gensler ha vinto il Best Conceptual Project ai London Planning Awards 2015 con un’idea che punta sul riutilizzo di un’infrastruttura già esistente.

Nei tunnel abbandonati della London Underground, potrebbero sorgere delle piste ciclabili e pedonali con gallerie commerciali ricche di bar, negozi e ristoranti. In sostanza, si potrebbe prendere la (vecchia) metro in bicicletta, e farsi un tratto di percorso al coperto, a temperatura ambiente e lontani dai pericoli del traffico cittadino.

Inoltre, l’idea di Gensler sarebbe di pavimentare alcuni tratti della linea metropolitana ciclabile con dei pannelli in grado di generare energia dal movimento di pedoni e ciclisti.

Al momento l’idea è soltanto tale, ma l’impegno del sindaco di Londra, Boris Johnson, a trasformare la città in un polmone verde potrebbe accelerarne non poco la realizzazione: la metropoli inglese sta stanziando pacchi di soldi per bus elettrici, strade ciclabili di grande comunicazione e un tunnel ferroviario che taglierà la città da un lato all’altro, decongestionando il traffico e il carico di pendolari sulle metro;

resta una perplessità personale: nei cunicoli più bui e meno frequentati, come si pensa di contrastare la criminalità che potrebbe annidarsi?

In un progetto così affascinante, probabilmente la soluzione c’è già..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *