Ikea, buono spesa e 2€ al WWF per ogni albero di Natale restituito

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

albero-di-natale_ikeaResponsabilità ambientale: IKEA cosa fa?

Il bilancio è controverso: ancora troppo difficile calcolare quanto impatta un’azienda, specie quando è grossa come la multinazionale svedese dell’arredamento: la logistica quanto consuma? I clienti, col le loro auto, quanto inquinano?

Però ci sono piccoli gesti, concreti, che ci fanno dire che si sta andando nella giusta direzione. Quello di riciclare gli alberi di Natale è sicuramente un segno importante.

Da 9 anni ormai, IKEA ha avviato una campagna di “rottamazione” degli alberi di Natale: per chi li acquista e, finite le Feste, li restituisce, c’è un buono spesa pari all’importo d’acquisto dell’albero stesso (12,99€). Sono gli ultimi giorni per recuperarlo: l’iniziativa si conclude il 12 gennaio!

Inoltre, sempre per ogni albero restituito IKEA si impegna a donare 2€ al WWF, che lo utilizza per mantenere l’importante Oasi di Vanzago (MI). I clienti possono decidere di aggiungere, a questi 2€ messi da IKEA, a loro volta altri 2€ per ogni albero.

Poca roba? Beh, negli ultimi 9 anni sono stati restituiti più di 150mila alberi di Natale! Fate voi i conti?

Peraltro, nulla è andato perduto: IKEA utilizza completamente questi alberi di Natale esausti, trasformandoli in fertilizzante naturale o in pannelli truciolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *