apre la prima stazione di servizio a emissioni zero

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

stazione-idrogeno_hondaSe a causa della crisi in molti Paesi tra i più industrializzati l’idea di virare verso un’economia e una società più green sembra essere stata messa nel cassetto, sacrificata sull’altare di una ripresa a basso tasso di investimenti per l’innovazione, nel Regno Unito – che ha pagato più di altri in una prima fase, ma poi ha innestato una ripresa piuttosto decisa – la strada scelta passa anche attraverso la mobilità dolce (il sindaco di Londra, Boris Johnson, ci crede moltissimo) e le energie rinnovabili a basso impatto ambientale.

Detto del progetto di costruire una centrale per la produzione di energia solare là dove il sole non manca mai, ossia nel deserto del Sahara, oggi è il momento di un’altra #buonanuova nel segno della sostenibilità: a Swindon ha aperto infatti la prima stazione di servizio per auto a idrogeno (e fin qui niente di nuovo, anche se questa tecnologia stenta ancora ad affermarsi) dove l’idrogeno viene prodotto dall’energia solare. Dunque una stazione di servizio a emissioni zero!

Il merito di questa novità assoluta va ascritto a un consorzio di enti e aziende di rilievo, tra i quali la giapponese Honda. L’idrogeno, che sarà prodotto per elettrolisi, servirà per rifornire una piccola flotta di furgoni ibridi e, allo stesso tempo, l’Education Centre locale.

Ma è solo l’inizio di un progetto ben più vasto: il governo di Londra ha infatti annunciato lo stanziamento dell’equivalente di 14mln di € per la creazione di una rete di 15 stazioni di rifornimento uguali a quella di Swindon, dislocate su tutto il territorio del Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *