tumori, reggiseno scagionati

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

reggisenoEra finito sul banco degli imputati, ma un giudice l’ha scagionato: il reggiseno non sarebbe tra le cause del tumore al seno, almeno stando a quanto affermma uno studio pubblicato su Cancer Epidemiology, Biomarkers Prevention, la rivista dell’Associazione Americana per la Ricerca sul Cancro.

Il condizionale è d’obbligo, un po’ perché nessuno qui ha la pretesa di ergersi a scienziato un po’ perché l’indagine è stata svolta mediante la somministrazione di un test che ha cercato di mettere in relazione le abitudini di alcune donne del gruppo campione con l’insorgenza della malattia. Non esistono, insomma, delle prove provate, ma solo la constatazione che pare non ci sia un legame tra le due cose.

C’è un però: come tutti gli indumenti se indossati troppo stretti, anche il reggiseno può avere le sue controindicazioni.

Indossato per molte ore, peggio che peggio se di notte, può determinare una stasi della linfa nelle mammelle e dunque rallentare l’eliminazione delle tossine che circolano nei vasi linfatici; questa invece sì può essere una causa che accelera il tumore al seno, insieme a una dieta ricca di carboidrati, alla scarsa attività fisica e a una serie di altri fattori.

Ma il reggiseno non ha colpe specifiche, e dunque potrà continuare a recitare ancora a lungo la sua parte di arma di seduzione di massa 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *