“1 cent a mozzicone”, e la spiaggia torna pulita

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Prendetelo più come un retweet che come una notizia, anche perché è proprio da un tweet che nasce questa scoperta. A proposito, eccolo:

inquinamento-mozziconi-sigarette-citta-spiagge-danni-ambientali-iniziative-comuni-cittadini-1-640x420In sintesi, riassumendo il racconto che potete trovare per esteso sul sempre puntuale Vpervimercatese:

in vacanza a Noto, Gianni di Pasquale di Busnago ha fatto proprio come piace a noi di #buonanuova: ha visto un problema – nella spiaggia sporca – ma anziché fermarsi alla semplice constatazione (o alla lamentela) si è spinto a pensare a una soluzione.

Perché non ricompensare chi mi aiuta a raccogliere i mozziconi di sigarette?

Detto, fatto: sul piatto 20 euro in monete da 1 cent; per ogni mozzicone raccolto, 1 centesimo di pagamento per chi ha contribuito alla causa.

L’idea ha funzionato: un gioco per i bambini, un incentivo per i più grandicelli (si fa presto a raccogliere i soldi per comprare le caramelle 🙂 ) e un invito per gli adulti, che infatti molto spesso hanno collaborato a titolo gratuito, non per i centesimi da recuperare ma per il desiderio condiviso di vedere la spiaggia di Noto tornare a essere pulita e affascinante.

Il risultato? 20€ sarebbero stati pari a 2mila mozziconi raccolti, invece a fine giornata ne sono stati recuperati più di 6mila! Un successo clamoroso!

Perché possiamo attendere il giorno in cui la gente capirà che i mozziconi non si debbono gettare, oppure rimboccarci le maniche per cominciare a cambiare la situazione. Qui come ovunque 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *