fiaccolata del Bicentenario: a Busnago, buona la prima

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno ūüôā ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

In occasione del Bicentenario di consacrazione della Chiesa di San Giovanni Evangelista, la Parrocchia di Busnago ha organizzato domenica 1 giugno una fiaccolata con partenza da Sotto il Monte.

Tra gli organizzatori chi vi scrive, seppure in realt√† con un ruolo marginale: facile chiedere le autorizzazioni ai comuni e fare una ricognizione del percorso quando tua (mia) moglie tiene l’agenda degli impegni e delle cose da fare e preparare, e quando puoi contare sul supporto di persone – come don Stefano, Pierino, Pinuccia, Mariangela, Gabriele e Chiara, Peppino, in rigoroso ordine sparso – che si rendono disponibili per realizzare il supporto della fiaccola, recuperare la fiaccola, trovare le persone disposte a correre, a seguire i tedofori e moderare il traffico a bordo di una bicicletta, a guidare le auto (e gli automobilisti) necessari per il trasporto di persone e materiali, a fare fotografie.

Un’esperienza impegnativa ma entusiasmante, che sar√† anche oggetto (a breve, appena trovo il tempo per scriverlo) del mio primo tutorial dedicato a “come fare a organizzare una fiaccolata a staffetta”.

Un argomento che pochi conoscono, nessuno ha mai condiviso (provate a Googlarlo), eppure pu√≤ essere ottima benzina per alimentare soprattutto l’entusiasmo degli adolescenti, che tanto spesso vengono frettolosamente tacciati di non avere passioni e interessi; dategli fiducia, uno¬†spunto “giusto” (come questo), e li vedrete sorridere, raccontarsi, venire a cercarvi e offrirsi di aiutarvi quando √® necessario. Faticoso, certo, ma doveroso se si vuole provare a costruire un futuro in cui le tinte fosche vengono spazzate via dalla gioia e dai colori.

La fiaccolata, scattata alle 7.30 da Sotto il Monte (dopo che il ritrovo era stato fissato all’Oratorio di Busnago alle 6.30, e nessun muso lungo per la levataccia) √® arrivata in perfetto anticipo rispetto alla tabella di marcia, tanto √® vero che siamo stati costretti a una pausa (con colazione a base di torte e the) nella piazza di Colnago. Alle 9.05, all’ingresso Nord di Busnago ci attendevano i vigili della polizia locale, che ci hanno scortati suonando le sirene fino alla piazza della Chiesa, dove siamo stati accolti da due ali di folla.

Un grazie sentito a tutti quelli che ho gi√† citato sopra ma anche ai due ciclisti, a chi ha guidato le (cinque) auto dell’organizzazione, e ai 14 podisti che si sono messi in gioco vincendo qualunque pigrizia. Basta davvero poco per accendere l’entusiasmo e costruire tutti insieme qualcosa di stupendo. Chiss√† che, forti di questo successo, non ci venga voglia di riproporre l’evento anche nel prossimo futuro. Stay tuned ūüėČ

Commenti

      • Laura dice

        Alessandro, per favore mi puoi spiegare come costruire le fiaccole? Dobbiamo organizzare una fiaccolata per non dimenticare Elena Ceste … Grazie mille

        • Alessandro Fumagalli dice

          Ciao Laura

          almeno su quell’aspetto non mi sono dovuto impegnare: le aveva il parroco, realizzate da suo cognato (mi pare) e ce le ha affidate di buon grado. Mi dispiace ma non so come aiutarti da questo punto di vista: credo si tratti di cercare “fiaccole a vento”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *