Aria di primavera, ma attenzione alle allergie

Finalmente l’inverno sta finendo: lo segnalano le giornate che lentamente si allungano e lo conferma il calendario in corsa verso il 20 marzo, presto diremo addio ai pesanti cappotti a favore della bella stagione.

Primavera-aumentano-i-disturbi-degli-italiani-con-il-cambio-di-stagioneUna notizia che sembra confermata anche dalla meteorologia: dopo un inverno insolitamente caldo, anche se purtroppo non sempre clemente nella quantità di pioggia caduta, le nuvole cariche d’acqua stanno cedendo il passo alle prime giornate tiepide dell’anno, risvegliando entusiasmo ma anche allergie.

In effetti, la primavera non sempre è una buona nuova per chi soffre dei fastidiosi sintomi derivanti dall’insofferenza ad alcuni pollini, e questi primi caldi stanno cominciando a far sorgere il problema, soprattutto nella regione del Lazio dove sono stati registrati i primi casi di intolleranza ai cipressi.

Vuol dire che da stagione tanto attesa la primavera si trasformerà in quella più odiata? Assolutamente no! Basta semplicemente armarsi di buona volontà e cominciare le terapie preventive contro le allergie, raccomandate dagli esperti di fiducia, per non essere colti di sorpresa.

Mi trovate

Francesca Vergerio

Francesca nasce verso la fine degli anni Ottanta nella ridente, laboriosa e troppo spesso piovosa città di Varese.

Attualmente vive la sua rivalutata vita suburbana e sogna di lasciare il segno nella decadente letteratura italiana con un romanzo “a metà tra la frizzante leggerezza di Sophie Kinsella e l’irriverente cinismo di Woody Allen”.
Mi trovate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *