M’illumino di meno 2014: quando, perché e come partecipare

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Venerdì 14 febbraio 2014, oltre a essere San Valentino, è il giorno di “M’illumino di meno“, una campagna di sensibilizzazione all’uso consapevole delle risorse e dell’energia lanciata dalla trasmissione radiofonica di Rai Radio2, Caterpillar, giunta alla sua decima edizione.

M'illumino di meno 2014

il logo dell’edizione 2014 di M’illumino di meno

L’idea dei Caterpillar è molto semplice: mutuata e trasformata la celeberrima poesia “Mattino” di Ungaretti, chiediamo un momento di “silenzio energetico” nella giornata che l’Europa dedica al risparmio energetico e all’approfondimento delle fonti rinnovabili di energia.

Tra le 18 e le 19.30 del giorno di San Valentino, Caterpillar invita tutti – piazze, vetrine, uffici, aule e abitazioni private – a spegnere le luci in concomitanza con la messa in onda della trasmissione in radio, o a utilizzare per l’illuminazione fonti energetiche pulite o sistemi “intelligenti” che non hanno impatto sull’ambiente.

La trasmissione, invece, sarà il racconto di tanti casi di successo, più o meno grandi e impattanti, di persone, aziende e istituzioni che hanno deciso di mettere in atto la propria attenzione per l’ambiente e si sono dotate di strumenti e impianti a basso impatto, con poca “fame” di energia. Un racconto che, naturalmente, non potrà prescindere dallo stile ironico e un po’ strampalato – ma irresistibile – dei Caterpillar.

La novità 2014 è la proposta, fatta a tutti i musei d’Italia, di spegnere la luce che illumina l’opera d’arte più preziosa presente in una galleria (o scegliere una fonte di energia pulita).

La scelta del giorno, poi, non avrebbe potuto essere più felice: a San Valentino si può ben spegnere la luce e accendere una candela, per godersi l’intimità di una cena in compagnia di chi si ama.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *