la Harley Davidson di Papa Francesco vale 300mila euro, il ricavato alla Caritas

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

E’ il suo stile: sobrietà, rifiuto degli sfarzi, attenzione ai più poveri e alle condizioni di disagio.

Papa Francesco ha messo in vendita la Harley Davidson che gli è stata donata lo scorso 16 giugno in occasione del 110 anniversario della celeberrima casa motociclistica statunitense. All’asta sono stati raccolti quasi 300mila euro, girati subito sul conto della Caritas di Roma.

Harley Davidson Papa Francesco

la Harley Davidson di Papa Francesco (fonte: moto.it)

Il dono, una Harley Davidson Dyna Super Glide Custom, era prezioso già al momento della consegna: il modello base si acquista a 15.400 euro! Ma è chiaro che, trattandosi di un cimelio appartenuto (anche se solo per pochi attimi), a un personaggio di grande carisma e rilevanza storica come Papa Francesco, ha guadagnato ulteriore valore.

La moto è stata firmata sul serbatoio da Bergoglio, che proprio quel giorno durante l’Angelus parlò dell’importanza di non sostituire Dio “con fugaci idoli umani” e mise subito in atto le proprie parole: la Harley Davidson fu donata alla Caritas romana, che subito dopo l’ha messa all’asta a Parigi.

Una trentina le offerte arrivate a la Bonhans, la casa che ha avuto l’onore e l’onere di battere all’asta il prezioso cimelio: del resto si trattava del primo veicolo firmato da Bergoglio, una rarità per i collezionisti. Una rarità che vale 241.500 euro: a tanto ammonta l’offerta vincente.

Sempre nella stessa occasione, Papa Francesco ha ricevuto anche il classico “chiodo”, il giubbotto in pelle nera che distingue gli harleysti di tutto il mondo. Anche quello è stato firmato “Francesco”, donato alla Caritas e battuto all’asta, in questo caso per 57.500 euro.

Totale 299mila euro, che andranno all’Ostello Don Luigi di Liegro e alla mensa dei poveri della stazione Termini di Roma: una bella boccata di ossigeno per strutture che cercano di dare sollievo a migliaia di persone ogni anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *