Draghi al World Economic Forum: “miglioramenti impressionanti, ma restiamo vigili”

sociAle

Alessandro Fumagalli

since 1984, leggo e scrivo e "bloggo" ovunque e in qualunque momento (a volte persino nel sonno 🙂 ). Convinto che "La vita va affrontata anche in salita" ho aperto un sito di ciclismo e sono arrivato alla sala stampa del Giro d'Italia prima di provare a tramutarmi in web copywriter.
sociAle

Se lo dice lui, che non ha mai nascosto neppure le difficoltà quando ci sono state, c’è da credergli: intervenendo al World Economic Forum 2014 di Davos (Svizzera), il presidente della Banca Centrale Europea (BCE), Mario Draghi, ha soffiato una ventata di ottimismo, rilevando che

il miglioramento dell’economia nel tempo è stato impressionante.

Non solo: Draghi ha anche ribadito e promesso che la BCE è pronta a utilizzare tutte le “armi” a propria disposizione per contrastare gli effetti della crisi, anche se il periodo più nero dovrebbe essere ormai alle spalle.

Abbiamo assistito a un miglioramento nel tempo impressionante: la ripresa c’è, ma è ancora fragile, e la disoccupazione resta alta; teniamo monitorata l’inflazione, e se si dovesse verificare una deflazione siamo pronti a utilizzare tutti gli strumenti a nostra disposizione per contrastarla

Draghi ha poi rilevato come gli interventi messi in campo dalla BCE per sostenere il credito a partire dal 2011 si stiano finalmente trasferendo all’economia reale della zona Euro, almeno da 3/4 mesi a questa parte. Il governatore ha annoverato anche il crollo dei rendimenti dei titoli di stato di Spagna e Italia e la crescita del 50% di molte borse come segnali incoraggianti del fatto che il vento sta cambiando.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *